#NoBotti 2016

Venerdì 30 mattina sono stata intervistata da Gerry Romano per Radio Monte Carlo:

Si avvicina la fine dell’anno e con essa l’arrivo dei consueti botti, che molti dei nostri animali non tollerano.

Ma quali sono i segni che ci possono aiutare a capire che i nostri animali sono a disagio? Uno stato di irrequietezza e di agitazione ad esempio accompagnati da un aumento di attività, come ad esempio il vagare per casa senza una meta, e una maggiore ricerca delle nostre attenzioni oppure una tendenza ad isolarsi.

Quanti di noi in queste occasioni non hanno poi ritrovato il proprio gatto rintanato in fondo all’armadio oppure il cane nascosto sotto il proprio letto? La paura nei confronti dei fuochi d’artificio può generare talvolta dei veri e propri attacchi di panico che possono portare a tentativi di fuga e di allontanamento, anche se gli animali sono all’interno di casa, con il rischio ovviamente di ferirsi e farsi male.

Cosa fare in occasione della notte di San Silvestro? Agire preventivamente sarebbe la cosa migliore e quindi se fosse possibile sarebbe opportuno allestire per tempo un luogo sicuro all’interno della casa, avendo cura di collocarlo in un posto tranquillo e di renderlo confortevole. Al suo interno i nostri animali potranno sentirsi al riparo. Cerchiamo di non lasciare da soli i nostri animali e quindi ospitiamoli all’interno delle nostre case se solitamente stanno all’esterno, avendo cura di chiudere persiane e tapparelle.

Ultimo consiglio, ma non ultimo d’importanza, è quello di cercare di rimanere sereni, ricordiamoci che i nostri animali hanno la capacità di allinearsi alle nostre emozioni e quindi se percepiranno la nostra preoccupazione non potranno restare tranquilli.

Un augurio per un sereno ultimo giorno dell’anno da trascorrere con chi amate, i vostri amici a quattro zampe compresi! #nobotti

di Elena Borrione
(31/12/2016)